Quadro elettrico a norma e livello degli impianti di sicurezza

Si può scegliere tra tre diversi tipi di impianti elettrici a seconda delle caratteristiche tecnologiche che si desidera avere in casa.

L'impianto elettrico di livello 1 è quello essenziale, che è a norma e che permette di avere un numero massimo di elettrodomestici collegati contemporaneamente.

Il secondo livello è invece pensato per chi desidera avere più apparecchi tecnologici collegati, in aggiunta a quelli tradizionali, come impianti antintrusione o videocitofoni.

Il terzo livello è destinato a chi desidera ristrutturare casa rendendola domotica: per avere questo genere di impianto è necessario aumentare la dotazione impiantistica rispetto ai livelli 1 e 2.

Per poter essere definito di livello 3 l’impianto elettrico deve possedere almeno quattro funzioni domotiche, come la gestione delle luci, quella della temperatura, della diffusione sonora, il controllo da remoto, l’antintrusione, la rilevazione gas, antincendio, antiallagamento e il controllo dei carichi.

Una volta scelto il livello di impianto elettrico bisogna installare il corretto quadro elettrico, uno degli elementi più importanti per l’impianto stesso.

Dal quadro elettrico infatti partono i tre fili indispensabili per un impianto a norma: la messa a terra, che permette di evitare folgorazioni, e un conduttore di fase e uno neutro. Tra gli ultimi due viene mantenuta una tensione alternata di 220 Volt.

Ambrosi Impianti, azienda di Erbè in provincia di Verona, si occupa dell'installazione di quadri elettrici a norma e di consigliare la clientela sulla scelta del livello degli impianti elettrici più adeguati per la propria abitazione.

 

Cookie