Solare termico al 110%

Ristrutturare casa è sempre più semplice grazie agli incentivi statali che sono stati stanziati per rinnovare il patrimonio immobiliare italiano.

Grazie al bonus del 110% infatti è possibile richiedere la riqualificazione degli edifici, appoggiandosi ad aziende che operano nel settore, ottenendo uno sgravio fiscale piuttosto elevato.

Con l'Ecobonus infatti viene restituito il 110% di quello che viene speso per eseguire i lavori di ristrutturazione: il totale viene infatti ripartito per il 2021 in cinque rate annuali di pari importo, attraverso le detrazioni IRPEF, mentre per il 2022 sarà suddiviso in quattro rate annuali.

In alternativa a questo sistema è possibile richiedere all'impresa lo sconto in fattura o la cessione del credito.

Sono tre gli interventi trainanti che concorrono a ottenere il super bonus ed è sufficiente realizzarne almeno uno, su edifici già esistenti, per ottenere l’agevolazione.

Se contestualmente ai tre interventi principali si eseguono altre lavorazioni di ristrutturazione, molte di queste finiscono nello sgravio fiscale del 110%.

Ne è un esempio l’installazione di un impianto solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria.

L'impiego del solare permette di usufruire di una fonte energetica pulita e inesauribile, che garantisce un risparmio in bolletta di almeno il 50% aumentando, allo stesso tempo, il valore dell’abitazione, assieme alla classe energetica dell’immobile.

Ambrosi Impianti, azienda di Erbè, in provincia di Verona, che si occupa da oltre quarant’anni della realizzazione degli impianti elettrici di aziende e abitazioni civili si dedica anche all’installazione di pannelli fotovoltaici.

 

Cookie